FEBBRAIO   2000
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

bullet

Il    primo   trapano  dentistico

Il 7 febbraio 1871 il dentista americano Morrisson inventa il trapano dentistico. Il suo modello arriva a 800 giri al minuto grazie a un meccanismo a molle; per avere un trapano mosso da un motore elettrico bisognerà aspettare altri tre anni, fino al 1874.

                                   (Citato dalla  Dr.ssa  Cristiana Grassucci)

 

bullet  Il Ministero dell'Ambiente conferma: niente più registro rifiuti né MUD.

È disponibile la copia della lettera, inviata il 21 febbraio u.s., dal Ministero dell'Ambiente all'AIO ed alla FNOMCeO. In tale lettera si ribadisce che i professionisti non sono tenuti alla compilazione del registro di carico e scarico dei rifiuti né alla compilazione della denuncia annuale (MUD). Tale obbligo persiste invece per le strutture gestite da società e per gli ambulatori ossia per quelle realtà dove l'esercizio non è svolto in forma propriamente libero professionale. Il Ministro dell'Ambiente aveva comunque già chiarito il 14 dicembre us. che i professionisti che esercitavano in regime di libera professione e non in forma di Enti non dovevano né compilare il registro dei rifiuti speciali né inviare la denuncia annuale fermo restando l'obbligo di smaltimento dei rifiuti sanitari. Poiché la lettera del Ministro non introduce una esonera da alcuni obblighi ma dice che sostanzialmente i professionisti non erano tenuti a quei determinati obblighi, è probabile che si instauri un contenzioso relativo alle sanzioni amministrative e penali erogate nel passato a professionisti per il mancato o tardivo invio del MUD o per errata compilazione del registro rifiuti o per la sua assenza. Si consiglia prendere visione del testo sia della lettera del 14 dicembre, indirizzata alla FIMMG, che dell'ultima lettera di cui sopra.

 

 

bullet

                                        Polizza  integrativa  ENPAM

È stato prorogato al 29 febbraio 2000 il termine per il pagamento della quota (£.100.000 annue pro-capite) per aderire ad una polizza speciale per l'assistenza sanitaria integrativa che copre  i rischi di "gravi eventi morbosi" e "grandi interventi chirurgici" per tutti gli iscritti e i pensionati dell'ENPAM. La polizza garantisce il rimborso delle spese mediche e ospedaliere sostenute, ovvero il pagamento di un'indennità sostitutiva. È importante sottolineare che la polizza integrativa sarà conseguibile solo se ci sarà una massiccia partecipazione degli interessati (complessivamente non meno di 200.000). Attualmente l'ENPAM ha dichiarato di avere alcune decine di migliaia di adesioni. Nel caso in cui la polizza , per l'esiguità delle adesioni, non diventasse operativa l'ENPAM detrarrà comunque l'importo versato (L. 100.000) dall'ammontare del contributo obbligatorio annuale (quota A del Fondo Generale).

 

 

bulletLa Riforma Sanitaria ancora non parte e 'La Repubblica' se la prende con i dentisti.

La riforma sanitaria stenta a partire, il Ministero della Sanità non ha ancora iniziato l'emanazione dei 90 atti conseguenti al Dlgs 229. Sull'inserto "Salute" de 'La Repubblica' di Giovedì  10 febbraio us è apparso un ampio servizio nel quale il direttore  dell'inserto G. Pepe se la prende pesantemente con la nostra professione. Veramente "delizioso" è l'articolo I Dentisti tra le mura dei loro privilegi. I testi sono disponibili alla pagina sui Dentisti Insensibili

 

 

bullet                             Sanità su Internet mega accordo in USA.

HealtheonWebMd Corp. ha annunciato l'acquisto per 4,7 miliardi di dollari (circa 9mila miliardi di lire) di Medical Manager Corp. e della sua sussidiaria CareInsite, segnando la nascita del primo gigante medico-sanitario su Internet. L'operazione conta su un mercato di oltre 185mila medici cui offrire attrezzature, servizi e prodotti software.

 

 

bulletIscrizione all'Ordine sulla base dell'esercizio professionale e non più solo della residenza.

La legge 21 dicembre 1999 n.526 (Comunitaria 1999) che recepisce 42 direttive per l'integrazione economica e sociale fra i paesi della Ue, all'articolo 16 interviene su un tema di grande interesse (Norme in materia di domicilio professionale) e dispone che "per i cittadini degli Stati membri dell'Unione europea, ai fini dell'iscrizione in albi, elenchi o registri, il domicilio professionale è equiparato alla residenza". Con tale norma sarebbe possibili iscriversi o, meglio, trasferirsi all'Ordine della città ove si esercita, magari in modo prevalente, la propria professione pur risiedendo in un'altra provincia. È probabile che la FNOMCeO darà indicazioni comunque per vincolare la prima iscrizione alla residenza, consentendo poi un trasferimento all'Ordine relativo alla città ove si esercita.

 

 

bullet                        Truffe a carico dei Dentisti a Roma.

Vivere il Giubileo 2000 a Roma. In base alla segnalazione di alcuni colleghi si comunica che un truffatore, che si spaccia per l'autista di un diplomatico vaticano o di un alto prelato, propone a dentisti l'acquisto di buoni benzina a metà prezzo per importi intorno alle £ 200.000; i buoni sono ovviamente falsi. Si prega di non fare la figura di Pinocchio nel Campo dei Miracoli.

 

 

bullet

                   8230 dosi di hashish  per curarsi il mal di denti.

Il 24 gennaio us. a Roma le Fiamme Gialle hanno arrestato, per detenzione e spaccio di stupefacenti, un restauratore di mobili di 45 anni; nella sua abitazione sono stati trovati 2 chili e mezzo di hashish, pari a circa 8230 dosi. Il giorno successivo, mentre il PM Nadia Calì aveva chiesto una condanna a 2 anni di prigione e a 10 milioni di multa, il giudice monocratico Anna Argento ha accolto le tesi della difesa e lo ha assolto. La difesa, patrocinata dall'avv. Francesco Caroleo Grimaldi, ha infatti sostenuto la tesi che l'imputato, soffrendo, nel corpo e nello spirito, a causa di gravi patologie odontoiatriche necessitava di un uso terapeutico dell'hashish. Il giudice non ha ritenuto che l'ingente quantitativo servisse altro che ad un suo personale. L'hashish quindi come alternativa alla Nimesulide.

 

INIZIO PAGINA