GENNAIO  2003
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

Sirchia : "Saremo implacabili contro il turismo congressuale"

Braccato dalle "Iene", a margine del convegno sul cuore organizzato dall'Istituto Superiore di Sanità, il Ministro ha dichiarato: "Bisogna essere implacabili contro il turismo congressuale. Credo sia dovere di tutti evitare abusi e comportamenti scorretti. L' anno scorso è stata approvata una norma che va in questa direzione, poi mitigata, la riproporremo allo stesso modo". La norma prevede che i congressi organizzati dalle industrie farmaceutiche debbano essere accreditati per l' educazione continua dei medici da una commissione nazionale. Finora, ha proseguito Sirchia, "abbiamo tagliato i congressi della metà. Dovremo continuare su questa strada perché il turismo sanitario sicuramente non è un bell'esempio che diamo ai cittadini". Sul rischio dell' influenza del turismo congressuale sulle prescrizioni fatte dai medici ospitati dalle aziende, il ministro ha osservato che "in tutte le categorie c'è il buono e il cattivo. Io sono convinto che i medici italiani appartengano alla categoria delle persone oneste, che abbiano un' etica professionale. All' interno di questa categoria c'è chi si comporta male e contro questi dobbiamo essere implacabili". Sul rischio di prescrizioni che favoriscano un prodotto invece di un altro, Sirchia si dice convinto che si tratti di "un fatto eccezionale. Se fosse diversamente dovremmo preoccuparci molto".

 

bullet

Tassa RX Regione Lazio

Si ricorda che anche quest'anno la tassa annuale di concessione regionale (L.R. 2/5/80 n.30 - L.R. 10/5/01 n.10) è stata ulteriormente ridotta del 17% rispetto a quanto dovuto per l'anno scorso.
Pertanto il nuovo importo per un apparecchio radiologico endorale è di euro 78,45.
La Regione Lazio non invierà i bollettini di pagamento, pertanto il pagamento di questa tassa dovrà essere effettuato tramite bollettino postale con un versamento sul c/c n. 63101000 intestato a Regione Lazio Tasse Concess. Reg.li serv. Tesoreria via R. Raimondi Garibaldi 7 00145 Roma.
Il versamento va effettuato entro il 31 gennaio pv.
Con l'occasione si ricorda che entro il 16/2/03 dovrà essere pagato il premio assicurativo INAIL.

 

bullet

Pronta una "Tremonti-tris"?

Il Governo pensa a una 'Tremonti-tris' per accelerare l'informatizzazione delle aziende italiane. Lo ha detto Berlusconi. Secondo il premier, "solo il 27% delle imprese italiane utilizza massivamente le nuove tecnologie" ponendo l'Italia "in ritardo di 2-3 anni rispetto a Francia e Germania che a loro volta sono in ritardo rispetto agli Usa".
 

 

bullet

Condono obbligatorio per tutti?

Le carte definitive non ci sono ancora, bisogna aspettare i tempi parlamentari, ma gli estremi per l'operazione "condono due" ci sono tutti, con l'obbiettivo di centrare e possibilmente superare gli otto miliardi. Ai liberi professionisti, già sottoposti agli studi di settore, sarà richiesto un importo forfettario di 500 euro all'anno se risultati congrui e anche in linea con i parametri di coerenza economica, e di 700 euro se solo congrui. Pagando queste somme, ci si metterà al riparo da qualsiasi altro controllo di qualunque tipo (anche legate, ad esempio, alla posizione dei dipendenti); altrimenti, come ha spiegato il direttore della gestione tributi dell'Agenzia delle Entrate, "ci sarà la certezza di essere controllato".

 

bullet

L'Andi precisa sulla protesi sociale

Il 28 dicembre u.s, il "Sole 24 ore" ha pubblicato un'intervista al Ministro Sirchia sull'iniziativa delle Protesi sociali varata dal Governo. In tale articolo veniva affermato che l'operazione inizierà nel Lazio entro il primo semestre 2003, costerà 10 milioni di euro (3/4 a carico del Ministero, il resto a carico della Regione); gli studi dovrebbero essere quelli dei soci Andi e le tariffe, calmierate, dovrebbero aggirarsi su circa 1000 euro a persona (protesi superiore e inferiore). Nell'articolo si faceva riferimento a protesi implantologiche al titanio...
L'Andi con un comunicato del suo Presidente ha precisato che:
le
notizie riportate dalla stampa contengono notevoli inesattezze in quanto non esiste nessuna convenzione tra ANDI ed il Ministero, così come non esistono tariffari calmierati; il progetto messo a punto dalla Commissione Ministeriale prevede che possano aderire su base personale e volontaria tutti i dentisti iscritti agli Albi; per costoro non è prevista una remunerazione tariffaria, bensì un mero rimborso spese, non comprensivo del costo della protesi che verrà pagata direttamente dalla regione al laboratorio; il rimborso spese per il dentista dovrebbe essere pari ad 1 milione di vecchie lire.
Il Ministero ha chiesto ad ANDI di raccogliere le adesioni dei professionisti intenzionati ad aderire; ANDI dovrà stipulare con ogni singolo aderente una convenzione che preveda da parte del singolo aderente l’accettazione del progetto medesimo in ogni singola parte; ANDI potrà fornire alla Regione l’elenco dei professionisti a cui indirizzare i pazienti beneficiari dell’iniziativa; non è ancora pervenuta ad ANDI alcuna richiesta ufficiale, né da parte ministeriale né regionale di attivarsi per svolgere questo compito.