LUGLIO  2003
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

Nuovo contratto dipendenti

Nella sezione Documenti potete trovare il nuovo Contratto per i dipendenti degli studi odontoiatrici.

 

bullet

Regole Ue per il personale sanitario

 

 Un anno di studi in più per diventare medici di medicina generale. E un tirocinio pratico più pesante con periodi di formazione in ospedale e negli studi già avviati dei colleghi generalisti. In compenso, taglia il traguardo la soluzione definitiva del contenzioso a livello europeo sul riconoscimento dei titoli per i laureati in medicina che svolgono attività di odontoiatra.   Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo al Dlgs che recepisce la direttiva 2001/19/CE sulle professioni di infermiere responsabile dell'assistenza generale, dentista, veterinario, ostetrica, architetto, farmacista, medico. Che riconosce il diritto all'esercizio della professione anche ai medici extra-Ue, purché il loro titolo sia stato già riconosciuto in un altro Stato membro: con il Dlgs, dopo gli opportuni accertamenti potrà arrivare l'attestato dai ministeri della Salute e dell'Istruzione.  La medicina generale entra a far parte a pieno titolo anche della formazione dei medici specialisti che dovranno studiarla nelle varie specialità. Mentre i corsi da generalista, invece, diventano di tre anni, anziché di due e passano dal ministero della Salute alle Regioni, che acquisiscono maggiori poteri in tutti i settori della formazione.   I primi attestati "triennali" dovranno arrivare entro il 1° gennaio 2006, ma per il primo corso di formazione triennale, il cui avvio è previsto entro il 31 dicembre 2003, la durata può essere ridotta di un anno in presenza di periodi di tirocinio teorico-pratico precedenti l'esame di abilitazione svolta in ambiente ospedaliero, in uno studio di medicina generale riconosciuto o in un centro in cui i medici dispensano cure primarie. E naturalmente, col crescere del numero di anni di formazione, aumentano anche le ore di studio che salgono da 3mila a 4.800, di cui due terzi devono essere di "pratica".  Rispetto al testo entrato a marzo a Palazzo Chigi, la versione definitiva del Dlgs emendata dal ministero della Salute e dalle Regioni prevede una serie di ritocchi che intensificano i periodi formativi: sei mesi (anziché 5) in medicina clinica e di laboratorio; quattro (anziché 2) nei dipartimenti materno-infantili; dodici (anziché 6) nello studio di un generalista; sei (anziché 1) in ostetricia e un periodo tutto nuovo di formazione in pronto soccorso ed emergenza-urgenza (almeno tre mesi).  La formazione è a tempo pieno, ma le Regioni possono anche prevedere corsi a tempo parziale, purché il livello di formazione sia della stessa qualità degli studi regolamentari e l'orario settimanale non sia inferiore al 50% di quello a tempo pieno, compresi i periodi svolti in ospedale e nello studio di un medico di medicina generale. E il Dlgs nella versione finale chiarisce bene che tutto dovrà avvenire senza spese aggiuntive per il bilancio dello Stato.  Per le altre professioni (infermieri, veterinari, ostetriche, farmacisti e architetti) è previsto il riconoscimento della formazione effettuata in altri Stati membri che dovrà avvenire entro tre mesi dalla relativa domanda.  Sanati, infine, anche i diritti degli odontoiatri: con il Dlgs l'Italia si mette in regola su due fronti.   Il primo è la possibilità per i medici iscritti al relativo corso di laurea tra gli anni 1980-81 e 1984-85, specialisti in odontoiatria o che avranno superato un corso di formazione di 360 ore, di mantenere l'iscrizione all'Albo degli odontoiatri.  Il secondo è la previsione che tanto chi avrà superato la "prova attitudinale" (già prevista dal Dlgs 386/1998 sulla circolazione nell'Ue dei camici bianchi) quanto gli specialisti dovranno iscriversi all'Albo degli odontoiatri, ma potranno anche mantenere l'iscrizione a quello dei medici.

 

bullet

Primo trapianto di lingua

 Il primo trapianto di lingua al mondo è stato effettuato da un'equipe di medici del policlinico di Vienna, diretta da Christina Kermer e Franz Watzinger. L'intervento, avvenuto sabato 19 luglio, è durato 14 ore.
Il paziente, un uomo di 42 anni, soffriva da tempo di un tumore maligno situato nella zona tra mandibola e la lingua. E dopo essere stato informato sulle possibilità di cura della sua malattia, ha scelto il trapianto. Ora, secondo le informazioni che arrivano dall'ospedale austriaco, è "in buone condizioni generali". E non c'è alcun segno di rigetto; ma il vero problema, finora insormontabile, resta quello del movimento...

 

bullet

 Un sorriso per gli anziani

Ha cominciato a prendere piede l'iniziativa del Governo nel Lazio per le protesi sociali ad anziani disagiati. Al 4 luglio risultano essersi presentati alle 11 UOT (Unità Operativa Territoriali) della Regione 537 persone, di cui 293 hanno ottenuto il buono con cui presentarsi in uno degli studi privati della Regione che hanno aderito al programma.

 

bullet

Pacchi sorpresa per i dentisti.

Una sorpresa spiacevole quella che stanno ricevendo in questi giorni molti cittadini italiani: pacchi postali inviati in contrassegno da una fantomatica INCASS. COMUNALE DEI CONTRIBUENTI, Via Piave n. 61, 00187 Roma.
Agli ignari destinatari viene richiesto il pagamento a €10,33 a €20.00 per il ritiro del pacco che ha come oggetto DOCUMENTI IMPORTANTI ed all'interno contiene pagine stampate dal nostro sito internet. A farne le spese per primi, pare, gli studi odontoiatrici di Milano.
Lo Sportello del Contribuente - www.contribuenti.it comunica a tutti gli utenti di non aver mai spedito alcun pacco in contrassegno ad alcuno né di avere nulla a che fare con tale ed inesistente INCASS. COMUNALE DEI CONTRIBUENTI.
Al fine di evitare il ripetersi di tale incresciosa situazione, lo Sportello del Contribuente invita gli italiani a non ritirare alcun pacco riportante la dicitura sopra esposta e segnalare i casi sospetti telefonando al numero 06 428 28753.