LUGLIO   2001
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

Rinviato l'Odontoprotesista

Negli ultimi mesi di attività del Ministro Veronesi il Ministero della Sanità, ad opera di uno dei sottosegretari, stava elaborando una revisione della figura dell'Odontotecnico modificando il profilo del 1928. La proposta elaborata dai tecnici del Ministero prevedeva alcune dubbie diciture che avrebbero lasciato spazio a possibili fraintendimenti sui compiti di tale figura. Tale proposta ha suscitato vive proteste nell'ambito della professione incontrando, con diversità di toni, l'opposizione sia dell'ANDI che della FNOMCeO. Il Ministro Veronesi aveva, come d'obbligo, inviato il progetto per un parere al Consiglio Superiore di Sanità; su tale tema una commissione tecnica era stata quindi incaricata di presentare una relazione. Il 5 luglio 2001, il Consiglio Superiore di Sanità in seduta plenaria, presieduta dal Direttore Generale Condorelli ed alla presenza del Ministro della Sanità Sirchia, ha ritirato dall’Ordine del Giorno l’esame del profilo dell’Odontoprotesista rinviandolo ad altra data.Come è noto, è consuetudine del CSS – quando un argomento viene inserito all’ODG – di approvare la relazione del Presidente della Commissione competente mentre, in questo caso si è ritenuto necessario un ulteriore approfondimento.

 
bullet

TAR Lazio a favore degli Odontoiatri

Nei mesi scorsi il TAR Lazio aveva sentenziato che, per ciò che riguarda l'accesso ai concorsi pubblici per il SSN, la laurea in Odontoiatria è equipollente la specializzazione. Questo era il risultato di un ricorso presentato nel 1998 dall'ANDI (Presidente era il dr. Daleffe) e da due odontoiatri, Ferrero e Pelagalli. Con una recente ordinanza del 26 giugno u.s., il Consiglio di Stato ha respinto l'appello presentato dal Ministero della Sanità contro l'ANDI e Ferrero e Pelagalli per l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, della sentenza del TAR Lazio concernente la "Disciplina Concorsuale per il personale dirigenziale SSN". Il Consiglio ha stabilito tra l'altro che "la sentenza appellata appare sorretta da condivisibile motivazione" e quindi oltre a respingere l'istanza ha condannato l'Amministrazione al pagamento delle spese.

 

bullet

Come interpellare il Fisco: una guida per i cittadini 

È disponibile on-line una guida sul diritto di interpello, l'istituto introdotto dallo Statuto del Contribuente. L'interpello riconosce la possibilità di chiedere al Fisco che cosa si deve fare nel caso sussistano "obiettive condizioni di incertezza" nella normativa. L'Amministrazione e' tenuta a rispondere all'istanza entro 120 giorni, altrimenti vale il cosiddetto "silenzio-assenso".

 

bullet

200 miliardi per l'appredistato 

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale in cui si dispone la destinazione di 200 miliardi per il finanziamento delle attività di formazione dell'esercizio dell'apprendistato, anche se svolte oltre il compimento del diciottesimo anno di età. Le risorse sono ripartite tra le regioni secondo un'apposita tabella che può essere consultata a questo indirizzo.

 

bullet

Il Sen. Mariniello presenta un'interrogazione sui laureati di Fiume. 

Il sen. Mariniello, ex Tesoriere nazionale dell'ANDI, ha presentato un'interrogazione parlamentare per chiedere spiegazioni in merito alla decisione dell' ex-sottosegretario all'Università e Ricerca, Luciano Guerzoni, il quale ha deliberato lo stanziamento di una ingente somma di denaro (oltre un miliardo di lire) per facilitare il riconoscimento delle lauree in Stomatologia (attualmente senza valore legale in Italia) rilasciate a cittadini italiani dell'Università di Fiume, in Istria (Croazia). Quando era in carica infatti, secondo l'interrogazione parlamentare, l'ex-sottosegretario Guerzoni ha sottoscritto un accordo con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane in base al quale il ministero stanzierà la somma di dieci milioni di lire per ogni laureato in Stomatologia a Fiume da inserire in sovrannumero nei Corsi di Laurea in Odontoiatria a partire da anno successivo al primo. "È un business da oltre un miliardo di lire - ha dichiarato il presidente dell'ANDI, Paolo Amori - frutto di un accordo economico fra il ministero e gli atenei italiani che va a danno degli odontoiatri italiani tutti".

 

 

bullet

Presentati due progetti di legge sull'Ordine degli Odontoiatri alla Camera. 

L'On. Ce' (Lega Nord) e l'On. Mazzuca hanno presentato due distinti progetti di legge per l'istituzione dell'Ordine autonomo degli odontoiatri. Pur non essendo ancora disponibili i testi presentati le informazioni disponibili lasciano pensare che siano analoghi al testo finale elaborato dalla Commissione Affari sociali nella precedente legislatura. Presto saranno disponibili i testi sul sito.

 

bullet

ANDI Roma

Riprende le pubblicazioni il bollettino provinciale e inizia il programma culturale. Il bollettino provinciale di ANDI Roma, dopo un silenzio quasi di un anno, riprende le pubblicazione passando da una tiratura di 2000 copie ad una di 5000, candidandosi così a divenire l'organo di riferimento per gli odontoiatri romani. Contemporaneamente è stato definito il programma culturale di ANDI Roma, coordinato dal segretario culturale Dr. Carlo Ghirlanda, che si articolerà su 10 corsi, della durata di un giorno ciascuno, con cadenza mensile. Il programma, denominato Sabato ANDI, prevede, almeno nella fase iniziale, una quota di partecipazione di L. 100.000 (+ Iva) per i soci e di L. 200.000 (+ Iva) per i non soci. Il primo corso si terrà sabato 6 ottobre (vedi sezione Corsi).