MAGGIO   2003
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

Un sorriso per gli anziani

Il 19 maggio parte la sperimentazione nel Lazio di questa iniziativa, fortemente voluta dal presidente Berlusconi, la quale potrebbe poi essere adottata a livello nazionale.
Nel Lazio verranno erogate protesi a 7000 pazienti che ne faranno richiesta presso i 9 Centri regionali (UOP - Unità Operative Pilota). I
cittadini aventi diritto dovranno avere almeno 65 anni, un reddito annuo di circa 6714 euro (11271 se con coniuge a carico) e un massimo di 5 denti. Il progetto è finanziato in parte dalla Regione Lazio (5 miliardi di lire) ed in parte dal Ministero della Salute (15 miliardi di lire).
Se il paziente venisse valutato come idoneo e necessitevole di una terapia implantare, tale paziente sarà trattato (impianti e relativa protesi) presso la stessa UOP. Nel caso il paziente non necessitasse di impianti ma solo di una terapia protesica mobile, la UOP provvederà a definire il progetto terapeutico relativo al paziente. Il paziente, munito di tale progetto terapeutico, si recherà presso una delle realtà locali aderenti al progetto (strutture ambulatoriali o ospedaliere del SSN, strutture private ambulatoriali, studi privati) definite in sigla UOT (Unità Operativa Territoriale).
Il paziente sceglierà la UOT alla quale recarsi in base ad un elenco pubblico. La UOT effettuerà le prestazioni in base al progetto della UOP.
La UOT entro 60 giorni dovrà emettere fattura (comprensiva delle spese di laboratorio) da inviare alla Regione per il pagamento.
A conclusione delle terapie protesiche il paziente dovrà recarsi di nuovo presso la UOP per una verifica della rispondenza della terapia protesica al progetto preliminare ed all'adeguatezza dell'esecuzione. A seguito della positiva verifica dell'operato della UOT la prestazione potrà essere liquidata.
Per ciascuna protesi (1 arcata) la Regione riconoscerà alla UOT, a puro titolo di rimborso,  una somma di circa 536 euro ( 218 per spese di studio e 218 per le spese di laboratorio).
Alcune perplessità sollevate da Colleghi sono:
1) cosa succede se il paziente, dopo aver ricevuto la protesi, non torna al controllo presso la UOP? Come viene liquidata il dentista?
2) in base a quale criterio il costo della prestazione è stato suddiviso al 50% tra medico e tecnico (tenuto conto dei costi orari e dei materiali)?
3) come regolarsi per i successivi controlli e/o ribasature?
4) gli Ordini si sono fatti carico di avvertire per tempo tutti gli addetti all'Odontoiatria della Regione?
                       ULTIMORA
 Per aderire all'iniziativa, anche via fax (06/
83060463) il termine è stato prorogato alle ore 18 del 30/5 p.v. 

 

bullet

Ammissione alle Scuole di Specializzazione

Nuove modalità per la prova di ammissione alle scuole di specializzazione in medicina. Sulla «Gazzetta Ufficiale» del 6 maggio 2003, n. 103 è stato infatti pubblicato il decreto del ministero dell'Istruzione 25 febbraio 2003, n. 99. Le prove si svolgeranno presso le università, in una medesima data per ogni singola tipologia di specializzazione. Il calendario sarà predisposto dal ministero entro il 31 luglio di ciascun anno: ogni ateneo dovrà pubblicare il bando almeno 60 giorni prima della prova. L'esame consiste in uno scritto, articolato in 60 quesiti a risposta multipla (elaborati da una commissione di esperti). Lo scritto sarà seguito da una prova pratica.

 

bullet

In Germania le sigarette finanziano la salute

La Germania finanzierà la riforma del sistema sanitario nazionale aumentando il prezzo delle sigarette. Ogni pacchetto di sigarette costerà in media il 33% in più, circa un euro, e porterà nuove entrate per 2,8 miliardi all'anno. L'iniziativa fa parte di un più ampio piano di riforma che punta a una riduzione della spesa medica di 20 miliardi di euro all'anno: in questo modo il livello medio di contribuzione all'assicurazione sanitaria pubblica dovrebbe scendere dall'attuale 14,3% del salario lordo (diviso equamente tra dipendente e datore di lavoro) al di sotto del 13 per cento. L'aumento del prezzo delle sigarette servirà a finanziare alcuni benefici particolari, come i pagamenti per la maternità.

 

bullet

Occhio alla pressione!

Cambiano i sistemi per misurare la pressione e 45 milioni di americani si scoprono pre-ipertesi. Le nuove linee guida - le precedenti risalgono al ’97 - abbassano, infatti, i valori di pressione da considerarsi normali a 120 per la massima e a 80 per la minima (finora si parlava di 130/85). Chi li supera entra in questo limbo di potenziali ipertesi dove la colonnina di mercurio si attesta fra 120 e 139 per la massima e fra 80 e 89 per la minima. È come dire che basta avere una pressione di 125/85 per entrare in una fascia degna di attenzione. Queste raccomandazioni sono frutto, peraltro, di un gruppo di lavoro prestigioso: la commissione nazionale americana per l’ipertensione coordinata dal National Heart, Lung and Blood Institute di Bethesda, uno dei centri di ricerca più importanti del mondo per questa patologia

 

bullet

Cellule staminali dai decidui

Negli Usa hanno scoperto che un'importante riserva di cellule staminali è data dalla polpa dei dentini da latte. È la nascita di un nuovo filone di ricerca?

 

bullet

Utilità del laser nel trattamento dell'ipersensibilità

Un interessante studio a doppio cieco apparso sul Journal of Clinical Periodontology ha esaminato l'affidabilità del laser Nd:YAG nella terapia dell'ipersensibilità dentinale. A 17 soggetti sono stati trattati 2 denti, uno col laser attivato e un altro con un raggio placebo, per 2 minuti. Tutti hanno sostenuto di aver ricevuto un immediato sollievo in entrambi i casi, senza alcuna differenza. Anche un controllo al microscopio su 4 elementi non ha evidenziato alcuna differenza tra il trattamento con il laser e con un placebo.