MARZO   2002
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

CHIEDIAMO IL VOSTRO PARERE!!!

Questo mese chiediamo il vostro parere su due iniziative che per motivi diversi hanno attirato la nostra attenzione e quella di molti Colleghi:

  1. Recentemente la SIDO (Società Italiana Di Ortodonzia) ha lanciato una campagna a favore e tutela dell'immagine dell'Ortodontista; tale operazione è stata divisa in due fasi ed è stata completamente finanziata dai Soci. Nella prima, svoltasi tra Novembre e Dicembre, era stato proclamato il mese della Prevenzione Ortodontica con visite gratuite su tutto il territorio Nazionale, a fronte di idonea copertura stampa, che, in realtà, è stata a dir poco circoscritta.
    Nella II fase, tuttora attiva, si prevede la consegna di materiale informativo da parte dei Soci ai Direttori Didattici di alcune scuole elementari; questi ultimi dovranno poi farsi carico di illustrare il materiale audiovisivo alla scolaresca tramite il corpo docente.
    Gradiremmo avere notizie sulla riuscita dell'iniziativa.

 

  1. Una famosa multinazionale nel settore igiene orale ha da poco lanciato un'operazione di prevenzione dentale alquanto singolare: a fronte dell'acquisizione di una tessera gratuita, disponibile nei supermercati (!), il cittadino si ritrova ad avere a disposizione per 1 anno in tutta Italia 3700 dentisti  convenzionati con una conosciutissima rete assistenziale privata, dai quali riceverà prestazioni a prezzi eufemisticamente definibili "popolari", in barba a qualunque regola di buon senso e di libero mercato: è giusto che un'industria sponsorizzi un rapporto tra paziente e assistenza sanitaria privata, in un momento in cui anche nelle alte sfere del Ministero si riducono le prestazioni minime erogabili dal SSN? E perché quest'iniziativa viene patrocinata dall'Associazione dei Docenti, cioè da coloro che ci hanno insegnato i fondamenti della libera professione? Che ne pensate?

Aspettiamo dunque con ansia i vostri interventi;
 i più significativi verranno pubblicati sul sito.

 

bullet

Lettera aperta di ANDI - Roma alla Colgate

Pubblichiamo la lettera che Marco Aguiari, Presidente ANDI Roma, ha inviato alla Colgate Italia e alla casa madre negli USA, a proposito dell'iniziativa "I-denticard". Le altre organizzazioni di categoria sono le benvenute a dire la loro sull'argomento.

 

bullet

Allarme AULIN in Finlandia

La Finlandia  ha sospeso il 17 u.s. la commercializzazione di  prodotti farmaceutici a base di Nimesulide, che in Italia è contenuta in 15 antiinfiammatori, tra cui il più noto è l'Aulin della Roche. Il sospetto è di aver provocato una morte per insufficienza epatica e un'epatite fulminante. Nel nostro Paese vengono venduti al mese circa 2,5 milioni di farmaci con questo principio attivo e non si conoscono grossi effetti collaterali. I tecnici stanno ora vagliando le ipotesi sul perché in Finlandia ci sia stata questa reazione anomala.
Comunicati del Ministero della Salute    1    2
Rapporto sull'uso della Nimesulide in Italia

 

bullet

Niente IRAP per i dentisti

Con la sentenza n° 229/06/01, la Commissione Tributaria Provinciale di Alessandria ha affermato che l’attività dello studio dentistico è esclusa dall’ IRAP, in quanto non è concepibile una organizzazione autonoma che prescinda dall’apporto personale del libero professionista-odontoiatra.  L’attività odontoiatrica non può mai esercitarsi “a prescindere dall’apporto personale del dentista, che di tale attività ne è l’anima indispensabile e imprescindibile”.

 

bullet

Tariffario minimo in Euro

Nella sezione Documenti abbiamo pubblicato il Tariffario minimo per le prestazioni odontoiatriche del 1992 (!) con i valori in Euro.

 

bullet

Nuovo giuramento di Ippocrate

Anche il giuramento di Ippocrate deve aggiornarsi e tenere conto dei profondi cambiamenti sociali. A fare il restyling del celebre giuramento sono i medici europei e statunitensi che, nel documento pubblicato contemporaneamente su Lancet e Annals of Internal Medicine, puntano soprattutto a ricostruire un rapporto di fiducia tra medici e pazienti. Gli altri due obiettivi principali di questa riedizione del giuramento di Ippocrate sono aiutare i medici ad affrontare i numerosi problemi etici posti dalla società moderna e, nello stesso tempo, riaffermare che le necessità del paziente sono il primo obiettivo della professione medica. Alla luce della realtà del 21/mo secolo, i medici devono considerare elementi molto meno rilevanti al tempo di Ippocrate, come l'autonomia del paziente, il lavoro di squadra e il rispetto dei colleghi. Il nuovo documento è nato dalla collaborazione tra American Board of Internal Medicine (Abim), l'American College of Physicians-American Society of Internal Medicine (Acp-Asim) e la European Federation of Internal Medicine (Efim). Ecco, schematicamente, i nuovi principi che vanno a integrare il giuramento di Ippocrate: - migliorare l'accesso e la qualità delle cure per i pazienti; - mantenere con i pazienti relazioni corrette; - essere onesto con i pazienti; - guadagnare e mantenere la fiducia dei pazienti, - mantenere un livello di competenza professionale; - tenere conto degli avanzamenti scientifici; - evitare conflitti di interesse.
 

 

bullet

Non necessaria le registrazione di siti web

La legge comunitaria 2001 è stata definitivamente approvata il 20 febbraio dalla Camera dei deputati e richiede ora solo la promulgazione e la successiva pubblicazione per entrare in vigore. Tra i molteplici provvedimenti recepiti merita una citazione particolare la disposizione di cui all'art. 31 che in sostanza contiene un'interpretazione autentica della ormai famigerata legge 62 del 2001, che secondo alcuni avrebbe richiesto la registrazione in Tribunale per i siti internet come avviene per le testate giornalistiche. La predetta disposizione, invece, delega il Governo ad emanare un decreto legislativo che dia organica attuazione alla direttiva 2000/31/Ce che dovrà rendere esplicito che l'obbligo di registrazione della testata editoriale telematica si applica esclusivamente alle attività per le quali i prestatori del servizio intendano avvalersi delle provvidenze previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62, o che comunque ne facciano specifica richiesta. Tutto ciò a dispetto delle asserzioni e delle pressioni del mondo giornalistico.

 

bullet

Nuovo Catalogo Europeo dei Rifiuti

La Commissione Europea ha varato il nuovo Catalogo Europeo dei Rifiuti (CER), con i nuovi codici di smaltimento dei rifiuti. Con il primo gennaio l'Italia ha l'obbligo di adeguarsi a tali disposizioni comunitarie, anche se il relativo decreto del Ministero dell'Ambiente non risulta ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Di particolare rilevo per gli studi odontoiatrici sono i seguenti codici, che devono essere riportati sui formulari di ritiro dei rifiuti:

18.01.03 rifiuti che devono essere raccolti o smaltiti applicando particolari precauzioni per evitare infezioni (rifiuti sanitari)

18.01.10 rifiuti di amalgama prodotti da interventi odontoiatrici

18.01.06 sostanze chimiche pericolose o contenenti sostanze pericolose

18.01.07 altre sostanze chimiche non pericolose

18.01.09 medicinali non citotossici o citostatici

09.01.01 soluzioni di sviluppo (liquidi rx)

09.01.04 soluzioni di fissaggio (liquidi rx) 

È opportuno rilevare come sia stato specificato che l'amalgama miscelata, che residua dopo una ricostruzione o che residua eliminando un'otturazione preesistente, costituisca rifiuto che va smaltito secondo apposite procedure. Conseguenza di ciò è la necessità di un contratto di smaltimento che includa esplicitamente il ritiro del rifiuto amalgama, che deve essere smaltito una volta l'anno per i quantitativi che può accumulare uno studio odontoiatrico. Attenzione: le capsule predosate di amalgama, quando non miscelata, non costituiscono rifiuto speciale.
A completamento dell'informativa sui rifiuti di amalgama va detto che
al momento non esiste nessuna norma esplicita che sancisca l'obbligo di dotare i riuniti di sistemi di recupero dei residui di amalgama dai liquidi del sistema di aspirazione (separatore di amalgama). Esistono tuttavia norme che prevedono il divieto di eliminare con le acque reflue mercurio e/o solidi in sospensione al di sopra di una determinata soglia (D.Lgs. 152/99), che devono essere ancora interpretate e applicate all'attività odontoiatrica.