Mozione ANDI 6/4/2000
 

Home Page
Indietro

 

ASSEMBLEA ANDI-ROMA DEL 6-4-2000 - RACCOMANDAZIONE N° 1

         L’ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI ANDI DELLA SEZIONE DI ROMA, RIUNITA IL 6 APRILE 2000 PRESSO IL CENTRO LOYOLA, LETTA LA RELAZIONE DEL PRESIDENTE NAZIONALE, DA' MANDATO AI DELEGATI CHE LA RAPPRESENTERANNO NELLA ASSEMBLEA NAZIONALE DI APPROVARE LA RELAZIONE DEL PRESIDENTE, PLAUDENDO ALLA GRANDE MOLE DI LAVORO POLITICO ED ORGANIZZATIVO ATTUATO DALL’ESECUTIVO. IN PARTICOLARE L’ASSEMBLEA CONDIVIDE ED APPREZZA IL TENTATIVO DI APRIRE IL DIALOGO CON L’OPPOSIZIONE INTERNA EFFETTUATO DAL PRESIDENTE PAOLO AMORI.  APPRENDE CON RINCRESCIMENTO CHE QUESTA AZIONE POLITICA DIRETTA A RICOMPATTARE L’ASSOCIAZIONE HA RAGGIUNTO LO SCOPO CON ALCUNE SEZIONI (NEL VENETO) ED È STATA INVECE STRUMENTALIZZATA DA ALTRE (PARTE DEL PIEMONTE E ALTRI SINGOLI SOCI).

 

      L’ASSEMBLEA ORDINARIA DELLA SEZIONE ANDI DI ROMA, ANALIZZATI I RISULTATI DELLE ELEZIONI DELLA COMMISSIONE NAZIONALE DEGLI ODONTOIATRI E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DELLA FNOMCeO, RITIENE CHE L’INSUCCESSO DELLA LISTA ANDI SIA DOVUTA AD ALLEANZE CONTRATTE DA TUTTI GLI AVVERSARI DELL’ANDI CON ALCUNI SETTORI DELL’ASSOCIAZIONE, IDENTIFICABILI NELLE SEZIONI E NEGLI UOMINI CHE HANNO STRUMENTALIZZATO LA DISPONIBILITA’ AL DIALOGO DEL PRESIDENTE PER MINARNE LA CREDIBILITA’ PERSONALE E COLPIRE L’ASSOCIAZIONE.

 

      L’ASSEMBLEA, SOLIDALE CON IL PRESIDENTE NAZIONALE, LO ESORTA A CONTINUARE A GOVERNARE L’ASSOCIAZIONE FINO AL PROSSIMO CONGRESSO CON LA SUA MAGGIORANZA, CON LA CONSAPEVOLEZZA DI AVERE UN’OPPOSIZIONE CHE SI E’ DIMOSTRATA LEGATA AD INTERESSI PERSONALI ED ANTIASSOCIATIVI E CHE HA DIMOSTRATO DI SAPER USARE METODI SPREGIUDICATI PER RAGGIUNGERE I SUOI SCOPI NASCOSTI E MAI ESPOSTI.

 

 

     

L’ASSEMBLEA DA' MANDATO AI PROPRI DELEGATI AFFINCHE’ SI ADOPERINO ALL’OTTENIMENTO DELLA CHIAREZZA DI LINEA E ALLEANZE INTERNE NELLA ASSEMBLEA NAZIONALE DEL 29 APRILE.