NOVEMBRE   2001
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

 
bullet

Attenzione a 'Bad Trans', un nuovo virus

Il 24/11 è stato scoperto un nuovo 'worm', ossia un piccolo programma che tende a autocopiarsi e diffondersi nella Rete. Il suo nome è Bad Trans e la sua azione è di collezionare tutte le varie password che trova nel PC e di inviarle ad un preciso indirizzo, dopo averle criptate in un file chiamato CP_25389.NLS. L'infezione si contrae con Outlook tramite un messaggio di posta elettronica con un allegato che NON È NECESSARIO APRIRE: il worm si propaga infatti attraverso una delle, ahimè, molte falle del programma. L'allegato può avere varie forme, da "Hamster.doc" a "readme" ecc.
    La Microsoft consiglia di aggiornare Explorer alla versione 6, MA con l'opzione "Installazione completa".
    Per ulteriori informazioni, andare nella sezione VIRUS.

 

bullet

Nota del Garante della Privacy sugli archivi magnetici dei medici

"Continuano a pervenire a questa Autorità, da parte dei singoli medici, comunicazioni relative al possesso di archivi magnetici ai sensi della Legge 121/81. Al riguardo si fa sapere che l'art. 43, comma 1, della Legge 31/12/1996, n° 675, ha abrogato tale adempimento, per cui la denuncia non deve essere più resa al Ministero degli Interni, né tantomeno al Garante.
    La Legge 675/86 ha previsto infatti, al comma 7, la notificazione del trattamento dei dati personali (che è cosa diversa dalla denuncia degli archivi magnetici) e comunque, ai sensi del comma 5 ter, lettera F i liberi professionisti iscritti in albi o elenchi professionali, qualora utilizzino i dati per le sole finalità strettamente collegate all'adempimento di specifiche prestazioni, sono esonerati anche da quest'obbligo."


 

bullet

Cossiga denuncia Bill Gates

L'ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, noto appassionato di computer ed elettronica, sta avendo i suoi guai col nuovissimo Windows XP. Dopo due giorni dall'installazione, il suo PC al Senato è andato in tilt. Allora il Senatore ha preso carta e penna (ancora utili!) e ha personalmente scritto a Bill Gates, minacciando di intentargli una causa internazionale se, in seguito a questo incidente, il suo archivio sul PC andasse perso. La Microsoft Italia ha confermato di aver prontamente e completamente risolto il 'bug', ma Cossiga ha personalmente smentito la cosa, mostrando il suo PC ancora spento. Nell'attesa di sapere come finirà, forse è meglio aspettare il consueto "Service Pack", che sempre ha seguito le ultime versioni di Windows, prima di acquistare il nuovo XP.

 

bullet

Rettifica sulla Commissione Consultiva

In seguito alla pubblicazione sul nostro sito dell'elenco dei componenti la Commissione Regionale Consultiva per l'Odontoiatria, ci sono stati fatti notare degli errori che abbiamo prontamente corretto. Il Sig. Rastelli NON è Presidente ANTLO Lazio, (come da noi erroneamente riportato), MA è solo un iscritto alla Associazione, almeno secondo quanto riportato dal Bollettino Regionale, anche se la cosa viene seccamente smentita dal Presidente Cappelli. Il Bollettino prende un abbaglio anche sul Dr. Colafrancesco, che non risulta essere  Presidente della Commissione Odontoiatri di Viterbo.
Nel frattempo alla Commissione si è unito anche il Dr. Alessandro Rampello dell'AIO.

 

bullet

Pronunciamento del CSS sulla figura dell'Odontotecnico

Con la seduta che si è conclusa il 14 di questo mese, il Consiglio Superiore di Sanità ha dato parere favorevole alla individuazione della figura professionale dell'Odontotecnico, ma a patto che vengano  apportati importanti cambiamenti rispetto all'originale Decreto Veronesi. Tra questi, il fatto che "ogni atto diagnostico, clinico e terapeutico è di esclusiva competenza dell'Odontoiatra" riveste particolare importanza in confronto alla versione originale, in cui si delineava per l'Odontotecnico la possibilità di effettuare manovre "incruente" nel cavo orale, definizione quanto mai ambigua, che si prestava facilmente ad ammettere un abbozzo di abusivismo.
   In ogni caso l'Università Cattolica ha fatto sapere che si appresta a istituire una laurea breve per Odontotecnici.
   

 

bullet

MESE PREVENZIONE SIDO

La SIDO (Società Italiana di Ortodonzia) lancia “Le giornate del sorriso e della prevenzione ortodontica”: dal 13 novembre al 13 dicembre 2001 circa 2000 Ortodontisti iscritti alla Società offriranno una prima visita ortodontica gratuita a tutti i bambini tra i 5 e gli 11 anni che ne faranno richiesta. Per informazioni il Numero Verde è  800-630073 .

 

bullet

DECRETO DEL MINISTERO CHE REGOLA L'USO DELL'AMALGAMA

Sulla G.U. del 9/11/2001 è stato pubblicato un Decreto del Ministro Sirchia in cui, per la prima volta, si cominciano a mettere i paletti all'uso dell'amalgama di mercurio, innanzitutto proibendone l'uso in generale, se non in capsule predosate (qualcuno usa ancora il pestello?), invitando i dentisti a isolare il campo operatorio (diga?) e a NON posizionare amalgama vicino ad altri restauri metallici (vecchie ricostruzioni ridotte a pilastri di ponte?) e soprattutto VIETANDONE l'applicazione e la rimozione in particolari categorie di pazienti, come: "pazienti  con  allergia  per  l'amalgama,  gravidanza,  allattamento, bambini sotto i sei anni d'età, pazienti con gravi nefropatie". In quanti reparti di Pedodonzia si usa l'amalgama per fare le otturazioni ai piccoli Pazienti? Odontopage riporta tutto il Decreto, che può essere consultato qui, ricordando anche l'appello che circa 200 Dentisti avevano rivolto all'allora Ministro Bindi per avere chiarimenti sull'uso dell'amalgama e il parere espresso nel 1999 dal Consiglio Superiore di Sanità.

 

bullet

Norme per accreditamento studi.

Il 7 Agosto u.s.  (pubblicato sul Bollettino Regionale il 10/10/2001) è stata istituita nella Regione Lazio la Commissione Regionale consultiva per l'Odontoiatria. Il suo compito è di individuare i parametri in base ai quali uno studio odontoiatrico possa innanzitutto essere aperto e poi accreditato dal SSN. Ne fanno parte 33 componenti, a vario titolo connessi alla professione odontoiatrica. Desta però qualche perplessità la presenza in detta Commissione  di un iscritto ANTLO, della Preside dell'IPSIA "De Amicis" (Istituto Professionale per Odontotecnici) e di un rappresentante dell'Industria Dentale. Il perché e l'utilità di queste designazioni rimane un mistero. L'elenco dei componenti di questa Commissione è consultabile nella Sezione Documenti.

La Commissione ha iniziato i suoi lavori partendo da una bozza intitolata "Requisiti minimi per l'autorizzazione all'esercizio delle Attività Sanitarie". Il testo integrale è prelevabile alla sezione Documenti. Se ne consiglia una lettura integrale anche per confrontare gli obblighi individuati per le nostre strutture rispetto a quelle di altro tipo. È da evidenziare che il documento NON è quello definitivo, come si è detto, e il parere della Commissione NON è vincolante per le decisioni che saranno prese dall'Assessorato alla Sanità del Lazio.

 

 
bullet

Progetto di legge contro l'abusivismo.

Qualche giorno fa alla Camera dei Deputati è stato depositato il progetto di legge di iniziativa dell'On. Giuseppe Marinello in merito a "Modifiche alle disposizioni relative all'esercizio abusivo di professione".
  
Il documento rappresenta una risposta alla richiesta di modificare e adeguare l'articolo 348 del Codice Penale che punisce l'abusivismo professionale. La proposta di legge prevede la reclusione fino a due anni e la multa da 20 a 100 milioni, ma si aggrava se l'esercizio abusivo porta a lesioni personali. Per l'abusivismo in ambito sanitario la sanzione sale e varia tra un minimo di 5 milioni ad un massimo di 10 milioni. Gravi pene per i prestanomi.