OTTOBRE  2002
 

Home Page
Indietro
NOVEMBRE   1999
DICEMBRE   1999
GENNAIO   2000
FEBBRAIO   2000
MARZO  2000
APRILE   2000
MAGGIO   2000
GIUGNO   2000
LUGLIO   2000
SETTEMBRE   2000
OTTOBRE   2000
NOVEMBRE   2000
DICEMBRE   2000
GENNAIO  2001
FEBBRAIO  2001
MARZO  2001
APRILE  2001
MAGGIO  2001
GIUGNO  2001
LUGLIO   2001
SETTEMBRE   2001
OTTOBRE   2001
NOVEMBRE   2001
DICEMBRE   2001
GENNAIO   2002
FEBBRAIO  2002
MARZO   2002
APRILE   2002
MAGGIO   2002
GIUGNO   2002
LUGLIO   2002
SETTEMBRE  2002
OTTOBRE  2002
NOVEMBRE  2002
DICEMBRE  2002
GENNAIO  2003
FEBBRAIO  2003
MARZO 2003
APRILE  2003
MAGGIO   2003
GIUGNO  2003
LUGLIO  2003
OTTOBRE  2003
NOVEMBRE  2003
DICEMBRE  2003
MAGGIO  2004

 

bullet

Aspirina vietata ai minori di 16 anni in Gran Bretagna

 

La Gran Bretagna vieta l’aspirina ai minori di 16 anni, per una presunta associazione tra il farmaco e la comparsa di una grave patologia nei bambini (la sindrome di Reye, una rara patologia che interessa cervello e fegato, ma solo sotto i 15 anni). «In Italia non risultano segnalazioni tali da indurre un simile provvedimento», ha commentato il ministero della Salute.

 
bullet

In arrivo "dentiere di Stato" da mille euro

L'operazione "dentiere di Stato" potrebbe presto decollare. Saranno «dentiere mobili in resina» dal costo (politico) medio di mille euro cadauna, che in prospettiva - se ci saranno i finanziamenti - potrebbero interessare 200mila anziani con problemi di masticazione acclarata e con un reddito pari alla pensione minima: 6.198 euro l'anno, 12 milioni delle vecchie lire insomma.
Al Ministro ora spettano le prossime decisioni, a cominciare dalla scelta delle Regioni e, soprattutto, del numero di anziani destinatari delle dentiere gratuite.
La Commissione, per la verità, qualche idea l'ha gettata sul tappeto: una sperimentazione in tre Regioni (democraticamente, del Nord, del Centro e del Sud, sarebbe l'idea), ovvero nel solo Lazio. Regione che parrebbe gettonatissima, sempreché il governatore Francesco Storace (An) e il suo assessore Vincenzo Saraceni diano il placet. I calcoli per il Lazio, del resto, sono già fatti: se la platea sarà di 5mila anziani (anziché i 17mila potenziali, ma i costi sono costi), serviranno 5 mln di euro. Poi si vedrà.
E per odontoiatri e odontotecnici che aderiranno? Le ipotesi in campo prevedono sia una «tariffazione calmierata» della prestazione professionale, sia l'attribuzione di un credito d'imposta. Un credito valido sia per il professionista che per i laboratori odontotecnici, con un preciso tetto rispetto al fatturato totale. Ma, fatti gli sconti, una cosa dovrà essere chiara: l'intervento dovrà «escludere totalmente la partecipazione alla spesa del soggetto che usufruisce del programma».
Ma chi pagherà, allora?

 

bullet

L'Università di Trieste accetta laureati di Fiume

Con D.M. 10.06.2002 l’Università degli studi di Trieste è stata autorizzata, a decorrere dall’a.a. 2002/2003, ad ammettere in soprannumero al V anno del corso di laurea in Odontoiatria e protesi dentaria i cittadini italiani che hanno conseguito il titolo di Stomatologia presso l’Università di Fiume a seguito di corsi speciali per cittadini italiani studenti lavoratori e immatricolati negli anni accademici 1988/89 – 1994/95.
Molte sono le perplessità e le polemiche che da sempre accompagnano il rilascio e la circolazione di questi titoli di studio che, in quanto tali non hanno riscontro in nessun trattato di mutuo riconoscimento. In merito sono state presentate già due interrogazioni parlamentari ed è stato annunciato un ricorso da parte di ANDI. Entro il 15 ottobre 2002 i candidati dovranno presentare le domande di ammissione. Il bando è disponibile sul sito dell'Università di Trieste .

 

bullet

Nuova Commissione ECM

Il 24 Luglio scorso si è insediata la nuova Commissione nazionale ECM, per accreditare i vari eventi, validi ai fini dell'aggiornamento continuo.
Per gli Odontoiatri sono presenti il Presidente
della Commissione Nazionale per gli Albi degli Odontoiatri, dr. Giuseppe Renzo ed il prof. Sergio Tartaro. Il prof. Giovanni Dolci, Presidente del Collegio dei Docenti, è stato nominato membro della Commissione in rappresentanza del Ministero dell'Università e della ricerca scientifica.

 

bullet

Denti veri dalle cellule staminali

A Boston un’équipe di scienziati ha creato denti veri in laboratorio partendo da cellule staminali di maiale. Lla scoperta del Forsyth Institute è stata pubblicata sul numero di ottobre del «Journal of dental medicine».
I denti realizzati finora in laboratorio sono molto piccoli, non più grandi di tre o quattro millimetri. Gli scienziati tuttavia sperano di poter fare crescere in provetta dentature diversificate di dimensioni reali. Ci vorrà un decennio prima di arrivare alle applicazioni su vasta scala.

 

bullet

ANDI ricorre contro la Val d'Aosta

La regione Val d'Aosta ha, con proprio atto normativo, reso obbligatorio l'aggiornamento continuo anche per i liberi professionisti delegando all'Ordine professionale la tenuta di un registro dei titoli di aggiornamento.
L'art. 16 quater della Riforma sanitaria (Dlgs 229/99) infatti prevede tale obbligo solo per medici dipendenti del SSN o di strutture convenzionate o liberi professionisti in convenzione con il SSN.
Il Ministro della Salute ha però emanato una circolare con la quale, prendendo spunto da un atto specifico della Conferenza Stato-Regioni, estende tale obbligo non solo ai liberi professionisti ma a tutte le figure del mondo della Sanità (inclusi ad esempio i Veterinari, i Biologi, gli Amministrativi ed il personale infermieristico).
L'ANDI contesta questa interpretazione che non solo non trova ragione nel testo della legge ma risulta vessatoria per i liberi professionisti che si trovano a dover seguire programmi di aggiornamento definiti sulla base delle esigenze dei vari Piani Sanitari Regionali. In relazione a questa situazione ANDI ha presentato ricorso contro l'atto della Regione Val d'Aosta presso il locale TAR.

 

 

bullet

Attenzione al virus che ruba le carte di credito

È allarme per il nuovo virus programmato per sottrarre password e numeri di carte di credito. Bugbear-A contiene un file che supera barriere di protezione e apre brecce che rendono possibile la violazione da parte di hacker. Inoltre questo virus che si diffonde via mail compromette le transazioni in ambiente sicuro e tenta di disabilitare l'anti-virus. Come Klez.H, anche Bugbear e' difficile da scoprire. La email con l'allegato infetto sembra un messaggio innocuo, che però fa installare il virus senza bisogno di farlo lanciare dall'utente con doppio click. Colpisce soprattutto la versione 5 di Internet Explorer.
Unico segno particolare, l'allegato che ha sempre la medesima dimensione: 50.688 byte e che può essere di tipo .EXE, .SCR, .PIF. Secondo gli esperti sono già 7.000 i casi di sistemi violati. Se volete far controllare il vostro PC, andate qui.